top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreSerole

La creazione di Walking on the Street | Behind the Scene

Aggiornamento: 4 gen


La scintilla dell'ispirazione


Nel bel mezzo della febbre compositiva dopo le prime 3 musiche che ho scritto, stavo afferrando ogni idea possibile per iniziare un nuovo pezzo e in una giornata di sole passeggiando in un parco, ho immaginato quanto sarebbe stato divertente descrivere in musica una giornata di sole all'aperto con tutte le persone intorno a me che avevano la loro storia da raccontare.


Era una bella giornata, che ricordava una scena di un film, dove tutti sembravano animati, trasudavano gioia e contentezza. Le risate, le conversazioni, il senso di felicità comune: questi sono stati gli elementi che hanno scatenato il concept musicale.


La scena assomigliava a un musical dei giorni nostri, in cui la città si trasformava in un palcoscenico e le persone ballavano al ritmo della vita. Immaginate le strade che si trasformano in uno spettacolo coreografato come uscito dal film "La La Land". Questo immaginario è diventato la base per la musica, dove ogni nota mirava a evidenziare la vivacità e la gioia di quel momento.



Il processo compositivo


Trasformare l'ispirazione in un brano musicale tangibile ha comportato un processo meticoloso ma emozionante. La realizzazione di "Walking on the Street" ha richiesto di immergersi nell'essenza della scena, catturarne le sfumature e trasmutarle in melodie.

Il primo passo è stato catturare l'atmosfera, le chiacchiere, le risate e il brusio generale della strada. Si trattava di sperimentare diversi strumenti e suoni, cercando di replicare la cadenza delle conversazioni e il ritmo dei passi.

Cominciarono ad emergere melodie, che riflettevano le diverse personalità ed emozioni delle persone per strada. Ogni nota è stata scelta con cura per trasmettere un senso di movimento e gioia, riecheggiando la vivacità del momento. Il processo di composizione è stato divertente per me, sorridendo all'idea di dare voce a diversi personaggi che immaginavo per strada. Ho lasciato agli ottoni la voce narrante che interagiva contemporaneamente con le altre parti.


La bellezza della composizione musicale risiede nella sua capacità di trasportare l'ascoltatore in diversi regni. "Walking on the Street" vuole fare proprio questo, far sentire al pubblico il calore del sole, sentire le risate che riecheggiano dagli edifici e percepire il ritmo della città. Ogni elemento aveva l'obiettivo di ricreare la vividezza di quel giorno. La speranza è che gli ascoltatori sentano il desiderio di entrare nella musica e sperimentare la gioiosa danza della vita ritratta al suo interno.


Per me a questo punto era tutto nuovo di zecca rispetto a quello che facevo prima. Quando ho finito il pezzo e l'ho ascoltato più e più volte, sono rimasto un po' sorpreso di essere in grado di scrivere qualcosa del genere. Ora mi rendo conto che non è un capolavoro, MA, al momento pensavo che fosse un grande pezzo e fossi pronto a riscrivere la storia.

Mentre scrivo questo post sorrido perché la pratica rende le cose migliori come naturale evoluzione, ma ora posso dire che era un pezzo carino per il momento in cui l'ho scritto.

Alla fine questo pezzo mi ha lasciato con un sorriso sulle labbra. Naturalmente è così che ho sentito la musica per quella particolare idea, ma spero, mentre gli ascoltatori abbracciano questo viaggio di un paio di minuti, che possano sentire lo spirito dietro questa composizione.


La storia divertente sarà il prossimo episodio, nel frattempo godetevi Walking on the Street ( # 25 in questa playlist su Spotify: sentitevi liberi di dare un like 😉 )



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page